ITINERARIO TRA ACQUA DI FIUGGI E VINO CESANESE DEL PIGLIO DOC

CESANESE DEL PIGLIO DOC

Il vino è una specie di riso interiore che per un istante rende bello il volto dei nostri pensieri.
(
Henri de Régnier, Lui o Le donne e l’amore, 1928)

Se per caso vi  perdete dalle nostre parti, non lasciatevi prendere dall’ansia. Godetevi  il paesaggio, lasciatevi guidare da ciò che più vi attrae. Poi, fermatevi e assaggiate la nostra cucina, ma soprattutto brindate alla vostra con un bel bicchiere di vino. In Ciociaria non potete far altro che ordinare o acquistare una bottiglia di Cesanese del Piglio Doc.

Il colore rosso rubino, l’odore delicato, il sapore morbido e leggermente amarognolo, saranno una tentazione per i vostri sensi difficile da resistere. Ma poi perché dovreste resistere?
STRADA CESANESE
Soggiornando a Fiuggi, il cuore del vostro viaggio potrebbe iniziare dal Piglio, antico feudo delle nobili famiglie De Antiochia e Colonna, il paese si sviluppa lungo la cresta di uno sperone roccioso, alle falde del monte Scalambra. Piglio ha rappresentato da sempre un importante centro strategico a difesa della valle del Sacco, così come testimonia probabilmente anche il nome (da pila, “pilastro”). Il centro storico di Piglio è un suggestivo borgo medioevale, con il Castello dei  Colonna, ancora oggi visitabile.
Da Piglio, dove si concentrano i maggiori produttori di Cesanse, potete dirigrvi alla volta di Acuto. l centro storico ha conservato la struttura medievale ed è abbellito dai magnifici portali che decorano l’ingresso delle case. Il castello dalle torri cilindriche si trova al centro ma è privato, tuttavia, ospita ogni anno la rassegna molto seguita di musica sinfonica, corale e da camera “Musica al Castello”. Importante è anche la “Sagra dell’uva” che celebra proprio il vino Cesanese che, assieme all’olio d’oliva ed ai formaggi, costituisce il marchio distintivo del territorio.
Un’altra tappa nella terra del Cesanese è Paliano, potreste visitarla in un altro giorno. La cittadina rinascimentale è posta su una collina panoramica che si affaccia sulla campagna romana e sulle valli di vigneti e oliveti.
Irrinunciabile una visita ad Anagni​. Da paliano andate verso la “città dei papi”, cittadina d’arte, ricca di monumenti medievali tra cui spicca la Cattedrale di Santa Maria Assunta, una delle più belle Chiese del Lazio; gli straordinari affreschi del XIV secolo conservati nella sua cripta le conferiscono l’appellativo di “Cappella Sistina del Lazio Meridionale”.

Al ritorno rilassatevi nelle terme di Fiuggi o in uno degli innumerevoli centri benessere che il paese offre.

ALTRE DUE METE SULLA STRADA

Percorrendo idealmente la Strada del Cesanese da nord a sud, il punto di partenza potrebbero essere anche i Monti Affilani, perché Affile è il paese d’origine del vitigno cesanese. Il paese ha mantenuto la sua fisionomia medievale antica nel piccolo centro storico e qui la natura presenta scorci di grande bellezza.
Come tappa aggiuntiva potreste visitare il piccolo borgo di Serrone, ancora cinto dalle sue mura poligonali di epoca pre-romana da cui godere una splendida vista sulla valle.

SULLA STRADA DEL CESANESE

RISOTTO AL CESANESE DEL PIGLIO

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.