CONSIGLI PER LAVORARE SENZA STRESS

Vagando sul web alla ricerca di notizie interessanti, mi imbatto in un articolo che promette consigli strepitosi per rilassarsi al lavoro senza abbandonare la scrivania. Incuriosita, comincio la lettura, pronta a cogliere il segreto che mi aiuterà a lavorare in totale relax. Dopo aver spiegato i disturbi che lo stress da lavoro può causare, l’autore comincia a sciorinare perle che cambieranno per sempre il mio modo di vivere la scrivania.

RESPIRARE. Punto primo: mi consigliano di sorseggiare del te caldo. A parte il fatto che bisognerebbe lavorare in un ufficio che permetta di fare il te caldo, e non sempre è possibile, ma la vera domanda è: la teina rilassa? No, però pare che bere lentamente imponga un ritmo più moderato e questo aiuta. Ok, preso per buono, andiamo avanti. “Respira”. Il genio del relax da scrivania mi ricorda che il respiro tranquillo mi aiuterà a mantenermi calma e forte e mi svela una tecnica rivoluzionaria che cito testualmente:”stai in piedi con le gambe allineate ai fianchi, e guardandoti intorno inala lentamente l’aria con il naso, sollevando contemporaneamente le braccia sui lati. Poi espira attraverso la bocca, facendo scendere le braccia. L’esercizio andrebbe ripetuto 30 volte, cominciando piano e via via facendolo più velocemente”. Ok a questo punto si materializza nella mia mente l’immagine di me in piedi, col naso all’insù, modello segugio, a fare esercizi di respirazione sventolando le braccia come un enorme uccello impazzito… nella stessa fantasia si materializza anche la faccia del mio capo…non mi sembra granché convinta dei benefici della respirazione in orario di lavoro.

meditazione_lavoroMEDITARE. Tuttavia, voglio ancora dare fiducia al personal trainer da ufficio e proseguo la lettura. Nei punti tre, quattro, cinque e sei il mago del relax in ufficio mi consiglia di fare stretching, di stimolare i punti di pressione, di scaricare una app che mi aiuti nella meditazione e di dare fiducia all’aromaterapia. A questo punto comincio seriamente a chiedermi se l’articolo appartenga alla categoria “barzelletta”, ma l’autore è serissimo e mi parla di stretching comodamente seduta, mi svela i segreti della digito pressione sul terzo occhio – che non si vede ma c’è- e dell’importanza della meditazione. Mi spiega, infine, che mettendo due gocce di olio di Neroli nel diffusore e sul mio petto avrò benefici inaspettati. Certamente sono io la profana incapace di cogliere il senso profondo della filosofia “relaxologia sul lavoro” ma la domanda comincia ad emergere pressante: tra respiri, sorseggi di te, digitopressione e aromaterapia…ma quando si lavora? Decido, comunque, di terminare la lettura, sfiduciata ma con una flebile speranza che i punti finali mi consegnino la chiave di volta, il vero segreto, il consiglio che mi permetterà di lavorare in modo efficiente senza prestare il fianco allo stress. Ma eccola lì, nero su bianco, la catastrofe tradotta in lettere proprio sul gran finale.

ORDINARE. Il malvagio autore  mi consiglia di mettere in ordine la scrivania e di bandire la caffeina dalle mie giornate. No…dico…seriamente mi stai consigliando di evitare il caffè e di mettere in ordine? Per cose così si rischia la pelle dove lavoro io. La caffeina per noi è oro degli dei. La caffeina è la pozione magica di Panoramix, è l’equivalente degli spinaci per Braccio di Ferro, la caffeina è intoccabile, va solo adorata, conservata, protetta. L’unico pensiero concesso è quanto tempo far passare tra un caffè e l’altro e come fare per non rimanere senza.

Veniamo al disordine delle nostre scrivanie. Rivendico il diritto al disordine! Il disordine non si tocca. Il disordine conforta, rallegra, dà calore e stimola creatività!


vascaLA VERITA’ SU LAVORO E RIPOSO

E ora il vero consiglio: quando si lavora e si lavora bene, un po’ di stress è inevitabile. Accettatelo. Beveteci su una tazza di caffè, distraetevi per pochi minuti con i colleghi e, prima di tornare al pc, perdete il vostro sguardo fra i cumuli di materiale non identificato che ingombra la vostra scrivania e telefonate al centro benessere Tangerine Spa per un appuntamento. Questo vi permetterà di rigenerarvi e riposarvi nel fine settimana, prima di ricominciare a lavorare come si deve!

Tangerine Spa è aperto anche di venerdì sera fino alle ore 23.30 proprio per voi. Staccate dal lavoro e venite a trovarci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.